Sono molte le persone che quotidianamente devono combattere con i problemi intestinali. Per questo disturbo potete chiedere aiuto ai rimedi naturali in particolare a quelli fitoterapici.

Mal-di-stomaco


PER IL GONFIORE ADDOMINALE.

Quando il gonfiore è sia gastrico che intestinale ed è legato ad uno stress eccessivo potete provare la passiflora, un’erba con azione antispastica, antigonfiore e calmante. Se vi sentite gonfia, invece, soprattutto nel basso addome e avvertite dolori e crampi potete provare il finocchio.



IN CASO DI DIARREA.

Per tutti i casi potete provare il vaccinium myrtillus che ha proprietà astringenti. Altrimenti potete provare Potentilla tormentilla che ha proprietà astringenti e antinfiammatorie e aiuta a diminuire le “scariche”. Va bene anche il carbone vegetale e il melograno.

SE ARRIVA LA STITICHEZZA.

Quando la stitichezza è abbinata a difficoltà digestive, va bene il tarassaco che agisce sia a livello di stomaco e di fegato sia a livello dell’intestino. Potete prendere 30 gocce di tintura madre prima dei due pasti principali per 20 giorni. Per stimolare il compito dell’intestino e contrastare la stitichezza potete provare la malva, che possiede proprietà emollienti, antinfiammatorie e lassative: potete bere due volte al giorno l’infuso di foglie e fiori (dovete mettere 15 g di malva in 200 ml di acqua bollente e filtrare dopo 2/3 minuti) per un mese.