I rimedi naturali sono buoni per facilitare la guarigione delle ferite, ma quando i tagli sono molto profondi è meglio rivolgersi al medico. Per facilitare la guarigione potete usare l’Echinacea, che svolge molte azioni tra cui quella cicatrizzante, antibatterica, antisettica e antinfiammatoria.

rimedi omeopatici2


Pulite la ferita, 2 volte al dì per i primi 2 giorni, con una garza sterile imbevuta dell’infuso di erba filtrato e lasciato raffreddare. E’ perfetta anche l’Achillea: applicate sulla ferita, 2 volte al giorno fino alla guarigione, un cataplasma ottenuto usando foglie fresche, lavate e schiacciate su un mortaio e racchiuse tra due garze sterili.

Per alleviare un po’ il fastidio potete usare la Calendula: fate un impacco con l’infuso freddo (10 grammi di erba secca in 150 ml di acqua fredda) 4 volte al giorno fino alla guarigione. E’ perfetta per la sua azione antinfiammatoria, disinfettante e antisettica.



Un altro rimedio per lenire il fastidio è l’Aloe Vera: frullate una foglia sbucciata con poca acqua fredda e applicate con l’aiuto di una garza sterile, sulla lesione 3 volte al giorno per 2 giorni. Infine potete usare anche l’Olibano, non molto conosciuto, che ha proprietà antinfiammatorie, antisettiche e calmanti. Fate degli impacchi sulla ferita, 2 volte al giorno fino a guarigione, con una garza sterile imbevuta di 10/15 gocce di olio essenziale.