Oggi parliamo de Presage ST2, un test appena arrivato dagli USA che promette di cambiare il destino di chi soffre di scompenso cardiaco.Ma vediamo come funziona nello specifico.

cuore


Questo test è stato già approvato dalla FDA ossia l’ente americano che coordina il settore sanitario in America. Il test permette al cardiologo di prevedere l’evoluzione della malattia e di adeguare la terapia.



Ma come si esegue il Presage ST2? Il test è molto semplice e indolore, e consiste in un prelievo di sangue: il risultato è molto facile da capire perché non varia con l’età e neanche in base al sesso.

NORMALITA’ – Significa che non ci sono problemi: il valore deve essere pari a 18 ng/ml;

PERICOLO: il test segnala pericolo se il valore supera i 35 ng/ml.

Il vantaggio di questo test è che è attendibile al 100% e che non è influenzato dalle medicine che si stanno assumendo. In caso vi siano valori molto alti è necessario intervenire subito. Il test può controllare la salute del cuore ed inoltre può offrire la possibilità di capire quanto è grave la situazione.

Il test può essere fatto da tutti soprattutto a chi già soffre di scompenso cardiaco e può essere richiesto per tenere sotto controllo il malato dopo un trapianto cardiaco, un’angioplastica o un infarto.