Per cercare di mangiare di meno e per diminuire la fatica nei periodi di tanto lavoro ci sono capsule e tisane davvero miracolose. Vediamo in questo articolo nel dettaglio i benefici delle piante sudamericane.

mate


| I benefici delle Piante Sudamericane

Potete provare il Mate se volete disintossicarvi. Il mate, simile all’alloro, è una pianta diuretica e disintossicante. In più contiene vitamina C, tiamina e mateina, sostanze che stimolano il metabolismo e, che, durante una dieta, combattono la stanchezza e non fanno sentire la fame. La potete trovare in erboristeria e nelle botteghe del commercio equo solidale. Prendetela così: in tisana, 3 tazze al giorno preparatela con un cucchiaino di erba per tazza in acqua bollente. Se la bevete dopo i pasti vi aiuterà anche a digerire.

Se il vostro obiettivo è tonificarvi potete provare il Maqui: una piccola bacca blu che si trova sui monti della Patagonia. La sua principale proprietà è eliminare tutti i radicali liberi che vi circolano in corpo. Prendetela così: usate gli integratori in capsule. In media se ne prendono 250 mg al giorno.



Infine se avete dolori articolari potete puntare sull’Uncaria. Viene usata dagli indios anche per combattere asma e gastriti. Oltre che antidolorifico, l’uncaria, è anche un buon antivirale, ottima se avete le difese basse o se soffrite spesso di herpes labiale. Prendetela così: in compresse di estratto secco standardizzato, in media dovete assumerne 250 mg al giorno per due mesi.