A volte, a causa di un’incidente o di un qualunque trauma, la cartilagine dell’anca può usurarsi facendo perdere tonicità al muscolo del gluteo con l’articolazione che diventa rigida.

esercizi


ESERCIZIO 1

Sdraiatevi sul fianco sano e con l’arto che vi fa male leggermente piegato a livello dell’anca e del ginocchio. Sollevatelo fino a portarlo all’altezza del bacino, mantenendo il ginocchio un po’ più alto del piede. Restate in posizione per 10 secondi e poi tornate piano piano alla posizione di partenza. Ripetete per 10 volte con uno stacco di 10 secondi.



ESERCIZIO 2

Con la schiena vicina al muro sdraiatevi sul fianco che non vi duole. Sollevate la gamba che fa male e appoggiate la pianta del piede contro la parete, stringendo bene i glutei. Restate in posizione per 10 secondi e poi ripetete per 10 volte.

ESERCIZIO 3

Flettete anche i piedi e le ginocchia spingendo le rotule verso il terzo dito del piede e facendo attenzione che le ginocchia non siano più avanti delle caviglie. Si tratta di una specie di squat e perciò è fondamentale andare nella direzione giusta. Se avete difficoltà a mantenere l’equilibrio potete appoggiarvi con una mano a un sostegno come un mobile. Dovete eseguire 4 serie da 30 ripetizioni. E’ un esercizio che serve per migliorare il controllo delle gambe.