Contro l’acne è stata studiata una nuova cura chiamata terapia fotodinamica che consente di eliminare i brufoli in modo veloce ed efficace. L’unica nota stonata sono i prezzi alti. Scopriamo come agisce questa nuova terapia.

terapia-fotodinamica-contro-lacne


In che cosa consiste la seduta: per prima cosa il medico dovrà applicare sul viso un composto oleoso fotosensibilizzante a base di sostanze naturali in grado di penetrare all’interno dei follicoli infiammati. Dopo 2 ore più o meno il medico passerà sulla parte una luce rossa non ultravioletta che servirà a far attivare la sostanza assorbita alla pelle in modo da sterilizzare il follicolo.

Si prova solamente una sensazione di calore e di fastidio: i risultati non sono immediati, ma cominceranno a farsi vedere dopo una settimana. In 2 o 3 sedute il problema scompare completamente.



Se la pelle è molto infiammata non serve solo questo trattamento: occorre infatti accelerare il processo di guarigione o contrastare un peggioramento improvviso causato di solito dallo stress, con una cura di mantenimento che si può eseguire a casa da soli. Consiste in un micropeeling con prodotti a base di sostanze naturali che accelerano la desquamazione e liberano dai punti neri, senza danneggiare la pelle.

Il costo della terapia fotodinamica si aggira sui 3.400 euro.