Oggi giorno i tatuaggi rappresentano non solo una moda ma una vera e propria forma di comunicazione che esprime il nostro cuore o il nostro pensiero e che rappresenta al meglio la nostra personalità, ma possono essere anche una dedica, un ricordo importante o rappresentare un lato nascosto che vogliamo mostrare con o senza discrezione.


Ci sono vari tipi di tatuaggi: allegri, divertenti, seriosi, esuberanti, belli, sfiziosi, ironici e sensuali. Quelli femminili, aumentati soprattutto negli ultimi tempi,  sono rappresentati prevalentemente da fiori, romantici e colorati, posti  sul polso, sul collo, sul braccio, sull’anca, sui piedi o dove più si preferisce. Ma raggiungono un’ottima percentuale di scelta anche i cuori, le farfalle, i disegni tribali, le piante, il sole, le stelle, la luna che le donne prediligono su tanti altri.



Tatuarsi la pelle implica uno studio non indifferente, non dev’essere una scelta frettolosa dettata solo dall’impulsività. Per prima cosa è importante capire cosa si vuole analizzando con attenzione i vari soggetti per decidere con convinzione quale immagine rispecchia di più il nostro stato d’animo o il nostro pensiero. Successivamente è bene decidere dove disegnare il soggetto scelto, in quale parte del corpo preferiamo sia esposta questa piccola  o grande opera d’arte: più in vista o in un angolo discreto e nascosto.

Dopodichè, una volta decisa la posizione, si passa alla scelta della grandezza del tatuaggio e per ultimo dello stencil, la maschera/struttura del disegno, che potrete recuperare gratis su qualche rivista o recandovi presso un laboratorio di tattoo che, badate bene, deve essere pulito e rispettoso di tutte le norme igieniche del caso fornendovi tutte le regole da seguire al termine dell’intervento per evitare pruriti e irritazioni.