I massaggi sono un’ottima arma per combattere la cellulite. Oggi vediamo come il massaggio drenante agisce contro la buccia d’arancia. Il massaggio drenante serve per eliminare le scorie stimolando così il sistema circolatorio del corpo e sgonfiare le zone colpite. Questo massaggio è consigliabile quando si hanno problemi di ritenzione idrica.

cellulite


Ma come si esegue il massaggio drenante? Viene praticato utilizzando oli modellanti e creme a base di alghe che ne accentuano l’effetto. Si possono usare anche quelli di cedro che hanno un effetto tonicizzante oppure di cipresso che riattiva la circolazione. La pratica è la seguente: si stringono i lembi di pelle come se si volesse punzecchiare la zona da curare e poi si rilasciano.

Un massaggio drenante dura almeno 30 minuti con durata prolungata sino ad un’ora. Per vedere qualche miglioramento occorre fare almeno un ciclo di 10 sedute.

Il massaggio ha anche alcune controindicazioni: non si può fare in caso di varici o fragilità capillare molto accentuata, nei primi 3 mesi di gravidanza e mai prima che siano trascorsi almeno 5 anni dalla guarigione dopo una neoplasia maligna.



Contro la cellulite questo non è l’unico massaggio: esistono i massaggi linfodrenanti che riattivano la circolazione e quello connettivale nei casi più gravi. Ma di questi parleremo nei prossimi articoli.