Oggi vedremo i pro e i contro degli smalti semipermanenti, ottimi soprattutto d’estate perché hanno il privilegio di durare più a lungo rispetto ad un comune smalto.

smalto semi permanente


Per sfoggiare unghie sempre in ordine e curate potete provare lo smalto semipermanente che promette una durata fino a 3 settimane. La sua formulazione si trova a metà tra una texture classica e un gel professionale.

Molte donne già lo hanno usato ma, dato che si parla di un trattamento un po’ particolare, prima di utilizzarlo dovete sapere un po’ di cose al riguardo.

I PRO: ovviamente una delle cose positive è che dura almeno 3 o 4 settimane. Infatti lo smalto viene steso in 4 o 5 passi: la base, 2 volte il colore e il top coat specifico. Una volta terminato il lavoro non dovete attendere la posa perché si asciuga sotto la lampada a led. Il colore resta brillante.



I CONTRO: questo tipo di smalto semipermanente disidrata le unghie perché il solvente che si usa per toglierlo tende a impoverire il letto ungueale diventando fragile. Inoltre con questi tipi di smalti non è possibile allungare le unghie. Un altro contro è il costo che è maggiore rispetto ad una manicure classica. Si aggira infatti sui 35 euro e per cambiare colore dovete recarvi per forza nella nail bar di fiducia.