La cipria ha il compito di definire il nostro trucco ed è per questo che è importante conoscerne le caratteristiche. La cipria contiene una miscela di talco, carbonato di magnesio, ossido di zinco, coloranti, profumo e amido di mais.

cipria


Non c’è alcun rischio che faccia male alla pelle perché i pigmenti sono insolubili e quindi non vengono assorbiti completamente dalla pelle; inoltre l’ossido di zinco ci protegge anche dai filtri UV.

Le funzioni della cipria sono molteplici: riesce a fissare, compattare il trucco e diminuire i riflessi lucidi della zona naso, fronte e mento, problema tipico per chi ha la pelle grassa.



Non c’è nessuna differenza per l’utilizzo: si può usare sia la cipria in polvere che quella compatta. Quella compatta permette anche di mettercela per effettuare un piccolo ritocco veloce se non siamo in casa mentre quella in polvere si può applicare in casa ma è più scomoda portarcela dietro. Lo strumento principale sta nella scelta del pennello: occorre un pennello con setole naturali molto grande per l’applicazione della cipria in polvere ed uno più piccolo per quella compatta.

Se abbiamo un po’ rincarato la dose basta una passata di pennello pulito per rimediare: se invece al contrario il risultato appare troppo da “bambola di porcellana” è sufficiente vaporizzare un po’ di acqua termale su tutto il viso.