Benvenute al terzo appuntamento con il nostro corso di trucco ricco di consigli e rimedi speedy per essere sempre in ordine anche quando andiamo di fretta. Con il nostro corso di trucco imparate a valorizzarvi al meglio: scoprite subito le nostre lezioni di make up e fatevi belle con ondeNews Bellezza! Oggi parliamo di Kajal e Khol due prodotti che vengono utilizzati per intensificare lo sguardo e per esaltarne il colore naturale.

kajal


| Differenze tra Kajal e Khol

La matita Kajal ha una mina molto morbida che si fonde a contatto con il calore della congiuntiva. Nasce per essere utilizzata all’interno dell’occhio e solitamente è nera ma ci sono anche altri colori sempre scuri e forti.

kajal 2



Il Khol in polvere è poco usato nelle tecniche di trucco occidentale, è di origine naturale ed è disponibile in molti colori che si applicano con l’apposito bastoncino in legno.

khol

Il Kajal indiano si presenta sotto forma di cono ed è usato nelle regioni indiane. In Occidente si trovano delle varianti in pasta cerosa che si mescolano bene a contatto con la congiuntiva.

kajal1indiano

| Come si applicano

  • Inizia a truccare gli occhi applicando per prima il mascara. Stendi l’ombretto sulle palpebre: uno chiaro nell’angolo interno e uno scuro nell’angolo esterno.
  • Se vuoi uno sguardo profondo sull’occhio già ombreggiato devi usare la matita kajal nera e tracciare una linea all’interno della rima palpebrale inferiore.
  • Per ottenere uno sguardo seducente, sull’occhio già truccato con gli ombretti e il mascara, usa una matita kajal chiara. Disegna una riga all’interno della rima palpebrale inferiore.
  • Se infine vuoi uno sguardo orientale fai con la matita kajal nera una riga all’interno dell’occhio inferiore. Per un trucco da sera crea un look bistrato sporcando con il kajal in polvere l’area sopra e sotto l’occhio.