La stitichezza è un problema che colpisce molte persone ma si può correggere con semplici norme dietetiche o di comportamento. Occorre consumare tanti cibi freschi e ricchi di fibra, e bere molta acqua per mantenere idratato e in forma l’intestino.

stitichezza


Se soffrite di stipsi occasionale e non riuscite a risolvere mangiando kiwi o prugne potete ricorrere ad un lassativo partendo dalla dose minima aumentando progressivamente qualora non bastasse la dose. I lassativi agiscono solitamente nel giro di pochi minuti: però sono rimedi di emergenza e se li usate troppo possono creare dipendenza. Un trucco indiano per stimolare l’intestino è l’acqua calda. Al mattino, a digiuno, bevine mezzo bicchiere con mezzo limone spremuto: l’importante è che l’acqua sia bollita.



Se soffrite di stipsi complessa il problema potrebbe essere nel fegato. Per disintossicare il fegato portate in tavola quotidianamente carciofi, cicoria ed altre insalate amare. In più potete prepararvi tisane di tarassaco e rosmarino da bere molto calde dopo i pasti per 20 giorni, sospendete per una settimana e riprendete per altri 2 cicli.

Se, infine, soffrite di stipsi ostinata potete provare un massaggio. Le dolci pressioni caratteristiche di questa tecnica aiutano ad aprire le anse duodenali e a mobilizzare i depositi fecali introducendoli verso la seconda parte dell’intestino. La seduta dura 30 minuti e ne servono 3/4 in un mese.