La candida è una forma di infezione dove i rimedi naturali ne possono accelerare la guarigione. Per calmare il bruciore provate le lavande con té bancha e sale: un cucchiaio di tè fatto bollire in mezzo litro di acqua per 6  minuti. Una volta filtrato e intiepidito unite mezzo cucchiaino di sale marino. La lavanda corregge l’eccessiva acidità della vagina che favorisce la candida.

disturbi intimoi


I sintomi, invece, della vaginosi sono perdite grigiastre e maleodoranti abbinate ad un forte bruciore. Contrariamente alla candida che prolifera in un ambiente acido, la vaginosi batterica si sviluppa quando il PH della vagina è alcalino. Utili perciò cicli di cura con i fermenti lattici che abbassano il PH e prevengono le recidive.

Occorrono integratori in capsule gastroprotette di lattobacilli con almeno 5 tipi diversi di batteri come il Rhamnosus o il Plantarum, e dosi di almeno 10 miliardi per capsula. Ma cosa potete fare subito? Potete provare il tea tree oil che è un antibatterico naturale. Fate delle lavande vaginali un giorno sì e l’altro no con 7 gocce di questo olio essenziale aggiunte a mezzo litro di acqua tiepida. In alternativa in farmacia potete trovare gli ovuli con i probiotici.



Molto importante, comunque, per evitare il proliferarsi di questi disturbi è seguire una sana e corretta alimentazione.