Molte persone soffrono di continui cali di voce, soprattutto chi parla molto come gli insegnanti, i dottori e ovviamente i cantanti. Ci sono tuttavia, delle cure naturali per contrastare questo problema.


I cali di voce non sono tutti uguali: una persona può essere soggetta alla perdita totale di voce chiamata afonia, a un calo solamente chiamato ipofonia o addirittura ad un cambio del timbro vocale chiamata disfonia.

Le cause sono varie che possono andare da un impostazione sbagliata della voce a un eccessivo uso. In base ai sintomi che si accusano esistono diverse cure naturali. Scopriamole insieme.



Se il problema è la raucedine dovuta ad uno sforzo vocale va bene l’Arnica Montana: se la voce è rauca al mattino e tende a tornare normale si può usare il Rhus toxicodendron.

Se è presente un infiammazione sono consigliati Phytolacca, Mercurius solubilis oppure Argentum metallicum. Se la disfonia è dovuta dal reflusso gastroesofageo, disturbo che ultimamente colpisce molte persone, il rimedio giusto è Nux Vomica.

Esistono anche alcune regole per prevenire il problema del calo di voce come bere molto, almeno 2 litri di acqua al giorno, smettere di fumare, usare lubrificanti per la gola come ad esempio pastiglie a base di glicerina, propoli o sali termali e umidificare le mucose.