Le afte sono delle piccole vesciche che si formano in bocca che si trasformano in ulcere dolorose che danno moto fastidio soprattutto quando si mangia. Solitamente guariscono da sole ma si può affrettare il tempo di guarigione aiutandoci con i rimedi dolci.


Quando le afte compaiono molto spesso può esservi utile prendere l’ontano nero che attenua l’infiammazione. Questo rimedio va preso fino a quando non si osserva un miglioramento (per 20 giorni al mese). Se invece, le afte compaiono con meno frequenza potete prendere il macerato glicerico di rosa canina, particolarmente adatto ai bambini, ovviamente con un dosaggio ridotto.

Per agire direttamente sulle vesciche potete effettuare degli sciacqui: è ottimo farli con un decotto di ortica che si prepara così: lasciate bollire per 10 minuti in una tazza d’acqua 10 grammi di foglie essiccate. Con questo decotto filtrato fate gli sciacqui  (3 o 4 volte al giorno), lontano dai pasti per una decina di giorni.

Potete fare gli sciacqui anche con la tintura madre di calendula aggiungendone 20 gocce in mezzo bicchiere di acqua tiepida: è utile per contrastare l’infiammazione e ha un effetto astringente.



Infine sono ottime anche le toccature, usando un decotto di malva: occorre mettere 50 g di fiori essiccati in un litro di acqua e fare bollire per 20 minuti. Al mattino o alla sera vanno fatte delle toccature direttamente sulle vesciche usando un batuffolo di cotone imbevuto di decotto. La cura va fatta per 10 giorni.





Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali google+twitterfacebook oppure iscriviti ai nostri Feed

Metti “mi piace” alla nostra pagina facebook