Il primo sintomo della sclerodermia consiste nel cambiamento di colore delle dita causato da un ispessimento della pelle. E’ una malattia autoimmune ed è data da un sistema immunitario in caos, che all’inizio traumatizza i tessuti della dita causando un graduale ispessimento della pelle.

sclerodermia


Questo problema colpisce soprattutto le donne: su 20mila italiani che ne soffrono, 9 su 10 sono rappresentate da donne. Ma il traguardo per capire se si soffre davvero di questa malattia è molto lungo: ci vogliono almeno 11 anni e mezzo per scoprire se si è affetti dalla sclerodermia.

Ma come riconoscerne i segni? Può accadere che le dita delle mani, quando si passa dal caldo al freddo, diventano prima bianche, poi blu e infine rossastre. Se però capita che sentiate anche formicolii o una diminuzione di sensibilità, probabilmente avete un’aumento della circolazione che a volte è il primo sintomo della sclerodermia. Un sintomo inequivocabile di questa malattia è la presenza, con il passare del tempo, di alcuni avvallamenti sui polpastrelli chiamate ulcere digitali.



Oggi, per scoprire se si è colpiti dalla sclerodermia ci si sottopone alla capillaroscopia ossia un esame molto semplice dove lo specialista passa, su ogni dito della mano, una sonda con una lente da microscopio che riesce a controllare i capillari, mediante uno schermo.