L’agopuntura è un rimedio alternativo per curare l’emicrania senza usare così  i farmaci. Le statistiche indicano che questo brutto disturbo colpisce il 16% delle donne  e il 6% degli uomini. La parola emicrania racchiude una serie di patologie di cefalee caratterizzate da dolore alla testa, solitamente unilaterale, pulsante e di forte intensità. Per alcune patologie, oltre al dolore, possono essere presenti sensibilità alla luce, ai suoni, agli odori con nausea, vomito e vertigini.

Mal-di-testa


L’agopuntura è uno strumento molto efficace per curare l’emicrania, come dimostrato da molti studi. Uno degli ultimi è stato fatto all’Università di Padova e ha confrontato la profilassi dell’emicrania senza aura con acido valproico e con agopuntura: il risultato è stata una maggiore riduzione del dolore nei pazienti trattati con agopuntura, con conseguente minore necessità di assumere triptani nelle fasi acute e la totale assenza di effetti collaterali rispetto ai pazienti trattati con l’antiepilettico.

L’inserimento senza dolore degli aghi in zone lontane dal capo o nel lato dove non si presenta il dolore, risulta utile nel ridurre progressivamente il numero degli attacchi emicranici.



In conclusione, l’agopuntura va considerata un trattamento molto efficace contro le emicranie e le cefalee croniche di varia natura, non solo per i pazienti che non possono assumere farmaci, ma anche per chi vuole provare un rimedio alternativo.