Con questo freddo prenderci  l’influenza è molto facile ma fortunatamente si può sconfiggere anche con degli infusi. Oltre alla vitamina C, per contrastare l’influenza, c’è lo sciroppo di NONI, pianta di origine indiana molto usata in Polinesia. L’estratto è ricco di anti ossidanti e aiuta a far fronte alle infezioni batteriche e virali. Va preso 2 volte al giorno prima dei pasti.

download (19)


In fase critica assumete una tavoletta di vitamina C fino ad un massimo di 6 volte al giorno. Tra i rimedi omeopatici anche la Belladonna 5CH in dosi più forti contrasta i sintomi influenzali e la febbre alta e improvvisa: 3 granuli fino a 6 volte al dì. Per i dolori articolari, un buon rimedio è l’artiglio del diavolo, ma ATTENZIONE: non datelo ai bambini.

L’influenza a volte lascia in eredità la tosse, un’irritazione della gola che si scatena a causa di un’infiammazione. Esistono diversi rimedi naturali per eliminarla. Il Carpinu betulus rinforza le prime vie respiratorie come naso e gola. In fase acuta se la tosse è grassa bevete una tisana di fiori di farfara (pianta dai fiori gialli simili a quelli della margherita),  mentre se la tosse è secca ci sono gli sciroppi di erbe. Per liberare il naso è ottimo anche l’olio di eucalipto: due gocce sul petto.