Le spezie vengono usate per cucinare e sono da sempre consigliabili anche come metodo salva linea. Molte spezie, infatti, hanno un’azione brucia grassi.


Insaporire un cibo con erbe e spezie permette di ridurre al minimo condimenti che farebbero salire inevitabilmente le calorie. Anche la cottura ha una sua importanza: via libera a tutte le cotture semplici come ad esempio quelle al vapore, alla griglia o al microonde. Per condire solo un po’ di olio extra vergine di oliva e una manciata di spezie.

Un’altra buona ragione per cucinare con gli aromi è che cumino e chiodi di garofano aiutano a ridurre il consumo di sale. La quantità di sodio che si assume attraverso i cibi è sufficiente al fabbisogno dell’organismo.



Quasi tutte le spezie hanno proprietà antiossidanti, contrastando cioè lo stress ossidativo dell’organismo e la comparsa dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento delle cellule. Il grasso contenuto nella carne e negli insaccati, una volta cotto e ingerito, favorirebbe il processo ossidativo delle cellule. Un trito di spezie aggiunto durante la cottura agirà facendo diminuire il livello di ossidazione del grasso ai danni che può arrecare all’organismo. Perciò come tutte le cose le spezie fanno bene ma non occorre eccedere. Alcune vanno evitate se soffrite di dispepsia o nel caso di stati infiammatori gastrointestinali o di reflusso gastroesofageo.





Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali google+twitterfacebook oppure iscriviti ai nostri Feed

Metti “mi piace” alla nostra pagina facebook