L’avena è presente da secoli sulla tavola di molti popolazioni soprattutto del Nord ed è stata a lungo ritenuta un cibo di scarso valore: ora non è più così, scopriamo perché.


L’avena è classificata tra gli alimenti funzionali perché, aiuta a raggiungere uno stato di benessere: è rinvigorente e tonificante, ed è perfetta in tutti i casi di debolezza fisica e stress mentale.

L’avena ha una composizione bilanciata tra grassi saturi e insaturi. Inoltre ha una buona percentuale di acidi grassi polinsaturi come linoleico e oleico importanti per il buon funzionamento delle cellule nervose. Contiene molte fibre e per di più si tratta di fibra solubile, quello che agisce positivamente sulla flora batterica intestinale e che regola i livelli di glicemia e colesterolo nel sangue.



Le fibre dell’avena sono i betaglucani che riducono notevolmente il colesterolo totale e quello cattivo. Mangiando regolarmente l’avena la pelle diventa più luminosa e questo grazie alla Vitamina E contenuta e agli antiossidanti che contiene. L’epidermide si rassoda e le rughe causate da un eccesso di radicali liberi si riducono. Molti studi scientifici hanno dimostrato le proprietà lenitive calmanti e anti invecchiamento dell’avena tramite un particolare polifenolo presente.

Questi sono solo alcuni dei benefici che l’avena apporta nel nostro organismo.





Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali google+twitterfacebook oppure iscriviti ai nostri Feed

Metti “mi piace” alla nostra pagina facebook