Man mano che l’età avanza, specialmente nelle donne, c’è un significativo aumento di peso e rischio di contrarre malattie. Questo accade soprattutto nel periodo della menopausa (e pre-menopausa) in cui si verificano cambiamenti ormonali significativi. Una corretta informazione può aiutare a tenere sotto controllo l’aumento di peso e l’insorgere di alcune malattie. Orientandosi verso uno stile di vita sano, nel quale sia compreso il mangiare bene, l’attività fisica ma anche il rilassamento, molte donne riescono a non ingrassare.

640px-Depression_in_women




Nelle donne in menopausa l’adipe, a causa degli sbalzi ormonali, si concentra soprattutto sui fianchi e sulle gambe. Ovviamente è più marcato in quelle persone che già in età più giovane erano soggette all’aumento di peso. Quindi sicuramente influiscono anche i fattori genetici ma anche l’ambiente, lo stile di vita e le abitudini alimentari.

La prima domanda di molte donne riguardo questo periodo della loro vita è: cosa posso fare per rimanere in forma? Prima di vedere in modo approfondito l’alimentazione corretta è bene capire che l’intero organismo cambia il suo modo di funzionare diminuendo la velocità con la quale si bruciano le calorie. Questo fa sì che il peso salga molto in fretta anche senza fare le classiche abbuffate.

Inutile dire che complicano questa fase della vita anche i problemi personali come litigi continui con il partner e/o i figli, un lavoro altamente stressante, un lutto improvviso o il divorzio. Tutto questo amplifica i sintomi della menopausa e può portare perfino alla depressione che a sua volta contribuisce notevolmente all’aumento di peso.

I rischi maggiori di tutto questo sono le classiche malattie che accomunano le persone obese ovvero diabete, pressione alta e colesterolo oltre i limiti ma anche la possibilità di avere un ictus e un infarto. La grossa quantità di adipe e l’alimentazione squilibrata aumenta anche il rischio di contrarre il tumore al colon e quello al seno. Tanti buoni motivi, insomma, per prendersi cura di se stesse durante tutta la vita ma in particolare nel periodo che precede la menopausa.

Vediamo adesso invece quali sono gli alimenti necessari per dare al corpo tutto ciò di cui ha bisogno ma allo stesso tempo non mettere su peso. Su questo magazine si possono trovare consigli su cosa mangiare per non ingrassare in menopausa, ma in generale bisogna tener a mente che dopo aver mangiato, i livelli di insulina salgono e i grassi prodotti si trasformano in adipe. Diminuisce quindi quella che viene chiamata tolleranza ai carboidrati; questo vuol dire ridurre l’assunzione di pane e pasta ma anche di alimenti dolci. Evitare quindi lo zucchero raffinato, il glucosio ma anche il miele.

Si può dire che non bisogna mangiare più di 150gr di carboidrati al giorno includendo pasta e pane, ma anche pizza, biscotti, snack e gallette. Preferire ovviamente i cereali integrali piuttosto che quelli bianchi e raffinati.

Via libera a verdura a foglia verde ma anche altri tipi di ortaggi cercando di evitare le carote e le patate. Per quanto riguarda le carote vanno bene ogni tanto bollite o cotte al vapore.

Mangiare quindi un paio di porzioni di verdura condita a crudo accompagnata da una piccola porzione di carne bianca oppure pesce. Per il condimento va bene un cucchiaino di olio di oliva rigorosamente a crudo.

La frutta andrebbe mangiata possibilmente lontano dai pasti per evitare fermentazioni e gonfiore addominale oltre che un ritardo nella digestione. Nel pomeriggio va benissimo un vasetto di yogurt, un frutto oppure qualche noce e mandorla.

Evitare i formaggi, si può fare un’eccezione con quello grattugiato da mettere sulla pasta. Ricordarsi però di fare sempre colazione e non saltare i pasti senza motivo pensando di perdere peso più velocemente.

Nel caso di un attacco di fame improvviso a metà giornata si può fare un piccolo pasto con un frutto (tranne quelli troppo zuccherini) evitando pane, merendine o cracker.

La regola generale è quindi quella di eliminare tutti i grassi di origine animale e orientarsi su quelli buoni come Omega 3, 6 e 9. In commercio ci sono tanti tipi di oli, come quello di lino, che è ricco di grassi buoni. Ne basta un cucchiaio al giorno da bere direttamente oppure da usare come condimento a crudo per l’insalata.

Altro discorso fondamentale è la vitamina D che serve per rinforzare e tenere in forma l’apparato scheletrico. I prodotti che contengono vitamina D sono latte e latticini oppure yogurt con calcio. Un paio di volte a settimana si può consumare qualche pezzo di formaggio. Per le proteine si può consumare anche qualche prodotto a base di soia come bevande, tofu o burger.

In conclusione, alle corrette abitudini a tavola vanno aggiunte anche alcune accortezze indispensabili per tenere sotto controllo il peso. Primo tra tutti è quello di evitare la sedentarietà; sono sufficienti infatti 30 minuti al giorno di attività fisica (va bene anche camminare). In questo modo si bruciano le calorie in eccesso. In questo periodo di cambiamenti può tornare davvero utile anche chiedere l’aiuto di uno specialista o semplicemente farsi sostenere dai familiari più stretti.