Oggi scopriremo cos’è la bio-rivitalizzazione e su come agisce sulla nostra pelle. Si può fare ad ogni clima ringiovanendo la pelle in maniera del tutto leggera. La bio-rivitalizzazione è un trattamento estetico a base di tante piccole punturine di sostanze nella pelle che migliorano la qualità del derma.

biorivitalizzazione


Occorre precisare che la bio-rivitalizzazione non è un filler e quindi non riempie le rughe bensì è un trattamento idratante e nutriente che stimola la produzione di nuove fibre di collagene ed elastina. Ci sono vari tipi di sostanze che si possono mescolare e sono in base al risultato che si vuole ottenere. Se avete la pelle molto segnata, solitamente si usano i PDRN ossia frammenti di acidi nucleici che stimolano la riparazione e la rigenerazione delle cellule.

La bio-rivitalizzazione si può effettuare già dai 35 anni come trattamento preventivo e continuare senza limiti di età. Le punture che si devono fare sono molte: sul viso sono da 20 a 50 a distanza di circa 5 mm l’una dall’altra.

Non ci sono controindicazioni a parte eventuali allergie al materiale da iniettare, dermatite acute e infezioni in corso. A chi soffre di herpes viene solitamente consigliata una cura antivirale per bocca. E’ molto importante dire al medico se si stanno assumendo medicinali anticoagulanti.