Le tinte a base di erbe vengono usate solitamente da donne che sono allergiche a qualche sostanza contenuta nelle tinture classiche o anche da donne che hanno i capelli troppo fini o che tendono a spezzarsi e non vogliono “stressarli” ulteriormente.


Ecco a voi quali sono i componenti che dovete utilizzare in base al colore che volete ottenere.

Per i riflessi castani naturali potete usare il mallo della noce, la parte interna della buccia. Essiccato, viene poi ridotto a una polvere che colora i capelli rilasciando un pigmento riflessante. Potete usarlo per mettere in luce ancor di più il vostro castano oppure se avete i capelli biondi scuri.

Se volete ravvivare il vostro rosso potete optare e scegliere tra 250 specie di ibisco. Questa pianta può dare riflessi dal rosato al prugna. E’ ricco di vitamina C, previene la caduta dei capelli e il proliferarsi della forfora. Potete miscelarlo con un’altra pianta, la robbia.



Per tonalità dorate potete usare la curcuma longa che ha un potere intenso tanto che si usa anche per colorare i tessuti. La polvere che si ricava dal rizoma è perfetto per donare tonalità dorate alle chiome chiare. E non finisce qui: regala morbidezza, svolge un’azione antiforfora e stimola la crescita dei capelli.





Per ulteriori novità rimani sintonizzato sui nostri canali google+twitterfacebook oppure iscriviti ai nostri Feed

Metti “mi piace” alla nostra pagina facebook