Le donne orientali per la cura dei propri capelli attuano rituali semplici che aiutano a restituire luce e morbidezza alla chioma in poche mosse: ecco quali sono.

capelli-tecnica-orientale


Bagno d’olio: si tratta di un impacco abbondante pronto a rigenerare a fondo la fibra capillare sottoposto a stress e alle aggressioni esterne. Si fa 30 minuti prima di fare lo shampoo: l’olio si applica sulle lunghezze, in particolar modo sulle punte, e si lascia agire fino al lavaggio.

L’olio che si può usare non è solo quello d’oliva: il preferito delle donne orientali è quello alla camelia, adatto ad ogni tipo di capello. L’olio di ricino è consigliato perché favorisce la ricrescita dei capelli mentre quello di avocado è ottimo per dare splendore alle chiome.



Doppio shampoo: lo shampoo deve essere poco, diluito con un po’ di acqua e massaggiato con movimenti circolari delicati dei polpastrelli eseguiti sul cuoio capelluto. Dopo un risciacquo attento si procede ad un secondo shampoo per eliminare ogni traccia di sporco. Usare sempre l’acqua tiepida e il balsamo perché aiuta a districare i capelli.

Per asciugarli, avvolgeteli prima qualche minuto in un asciugamano morbido. Dopo di che è consigliabile asciugarli all’aria, altrimenti si usa in phon a una temperatura bassa per evitare che il calore snaturi e stressi la fibra.